I migliori giochi per smartphone di gennaio | Video #MOBILEGAMING

14 Gennaio 2019 135

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Gennaio è arrivato e assieme a lui anche il secondo episodio della nostra rubrica dedicata al mondo del gaming su smartphone. Cominciamo ringraziando brevemente tutti i lettori per il loro feedback e i suggerimenti che ci sono stati forniti nel primo appuntamento, sopratutto per quanto riguarda lo scambio di pareri e consigli tra i commenti che hanno aiutato tanti utenti a scoprire delle nuove perle.

Lo scopo della rubrica è infatti quello di provare a proporre alcuni dei migliori titoli disponibili nel panorama mobile, senza però avere la presunzione di suggerire gli unici buoni titoli, quindi suggerimenti e dritte sono ben accette. Anche questa volta saranno ROG Phone e la sua vasta dotazione di accessori ad accompagnarci lungo la panoramica di questo mese che spazierà in maniera più ampia all'interno dei vari generi disponibili, pescando tra giochi vecchi e nuovi.

Cominciamo subito parlando di Shadowgun Legends, un titolo verso cui avete mostrato molta curiosità nel corso dei nostri video precedenti, in particolare quello dedicato agli accessori di ROG Phone.

SHADOWGUN LEGENDS

La serie Shadowgun non si è mai distinta per l'originalità dei suoi capitoli, quanto per la qualità con cui MadFinger ha realizzato dei convincenti cloni mobile della serie Gears of War. Con Shadowgun Legends la software house ha smesso di guardare in direzione di Epic e ha invece proposto un gioco che risulta molto più simile a Destiny.

Legends è un FPS online in cui tutta l'azione di gioco si svolge tra la città hub, che ricopre il ruolo di base principale in cui potenziare il proprio personaggio, giocare d'azzardo, consultare le classifiche e accettare missioni, e le varie aree in cui queste sono ambientate, tutte richiamabili dalla mappa dei pianeti presente nel menù.

Il gioco verte attorno al tema effimero della popolarità: completare le missioni nel miglior modo possibile, ottenere un equipaggiamento raro, loggare con costanza e così via aumenterà il livello di fama e vi consentirà di scalare le classifiche globali. Il vostro personaggio potrà accedere ad una vasta gamma di armi, protezioni e personalizzazioni estetiche vi consentiranno di donargli un aspetto unico, ed è proprio in questi elementi che si fa sentire ila presenza della componente free to play del titolo, dal momento che l'acquisto di valuta virtuale con soldi reali vi permetterà di accedere a personalizzazioni esclusive e espansioni per il vostro inventario.

Sebbene gli acquisti in app siano largamente diffusi nel gioco, nessuno di questi ha lo scopo di porre davanti a voi un paywall, quindi potrete tranquillamente affrontare il titolo senza sborsare un centesimo, dal momento che la maggior parte degli oggetti venduti sono semplici cosmetici. Questo vi permetterà di godervi un ottimo FPS, sempre molto piacevole e scorrevole, al quale è affiancato un comparto grafico di altissimo livello e il supporto nativo ai controller esterni.

Collegando il vostro smartphone ad uno schermo esterno - pad alla mano - vi sembrerà di avere a che fare con una produzione ad alto budget della scorsa generazione. Qualora vogliate utilizzare il touch, invece, non troverete alcuna limitazione all'azione anche in questo caso, dal momento che i controlli sono precisi e immediati.

Shadowgun Legends arricchisce l'esperienza di gioco con la presenza di abilità secondarie - sia offensive che difensive - che vi permettono di rendere ancora più profondo e articolato il gameplay del titolo. Non manca anche il tradizionale albero delle abilità che vi permette di potenziare le statistiche del vostro personaggio specializzandolo in diversi rami. Presente una lunghissima campagna per il giocatore singolo - nella quale raccogliere tantissimi equipaggiamenti e armi -, una modalità cooperativa e non manca un'intera sezione dedicata al PVP competitivo. Se siete amanti del genere, Shadowgun Legends può diventare il vostro titolo definitivo per diverso tempo, a patto che non cerchiate una trama profonda e di qualità.

Shadowgun Legends si mostra fedele alla linea che ha deciso di seguire da tempo MadFinger per la sua serie, offrendo un contenuto dal bassissimo livello di originalità che però viene compensato da un gameplay solido e un alto tasso di divertimento, senza rinunciare ad un comparto tecnico molto curato.

PES 2019

Recentemente aggiornato all’edizione 2019, la versione mobile di PES è ora basata sull’Unreal Engine 4, lo stesso motore grafico dell'edizione per console. In generale assistiamo ad un miglioramento per quanto riguarda il dettaglio dei campi, delle animazioni e dei giocatori in partita, anche se ci ricordiamo di essere davanti ad una produzione mobile nel momento in cui partono gli highlight che evidenziano non solo le azioni più spettacolari, ma anche la bassa definizione di alcune texture.

Il gioco resta gratuito con la possibilità di acquistare della valuta reale per effettuare l'apertura dei pacchetti che consentono di ottenere nuovi giocatori. Come per molti altri giochi free to play, questo vi permetterà di arricchire rapidamente il vostro spogliatoio con alcuni dei calciatori più forti prevenienti dal passato o dal presente, in base al tipo di pacchetto che andrete ad aprire. Particolarmente interessante il fatto che le prestazioni dei giocatori più famosi vengono aggiornate con cadenza settimanale per riflettere le loro performance ottenute nel mondo reale, quindi la forza del vostro team potrà variare anche sulla base dei risultati conseguiti nelle competizioni dai vostri titolari.

PES 2019 offre una discreta varietà di competizioni sia online che offline e vi permette persino di configurare sfide multi player locale con i vostri amici. La componente single player permette di affrontare una campagna di campionato sia nella modalità classica, quindi controllando direttamente la squadra, che simulativa, ricoprendo quindi il ruolo dell’allenatore.

Per quanto riguarda la modalità di gioco classica potrete accedere a due diversi schemi per i controlli, uno basato sui classici tasti a schermo e uno interamente affidato a swipe e gesture. Sfruttando la prima modalità abbiamo potuto configurare la mappatura dei tasti del controller GameVice per gestire interamente i nostri giocatori attraverso i tasti fisici, anche se abbiamo riscontrato qualche imprecisione nel riconoscimento del cambio di direzione della levetta analogica, la principale causa di molti retropassaggi non voluti.

In ogni caso è possibile giocare agevolmente anche tramite il sistema di controllo tramite swipe - che potrete provare nel tutorial iniziale - tuttavia la più grande difficoltà del gioco non è rappresentata dal sistema di controllo, bensì dal livello del gioco dell'intelligenza artificiale. Questo, infatti, incrementerà in maniera molto rapida e vi porterà a dover affrontare partite in alcuni casi al limite del frustrante, specialmente durante gli eventi a premio. Segnaliamo che è possibile arricchire le partite con il commento vocale in italiano, scaricabile in un secondo momento dal menù impostazioni.

È chiaro che la mossa abbia lo scopo di spingere gli acquisti in app, tuttavia Konami dovrà sicuramente intervenire sul bilanciamento per evitare di compromettere quella che altrimenti rappresenta una delle migliori proposte calcistiche al momento presenti su piattaforma mobile. Particolarmente apprezzata l'assenza di meccaniche quali energia e tempi di ricarica, quindi potrete giocare quante partite desiderate senza dovervi preoccupare.

  • PES 2019 | Android | Google Play Store, Gratis
  • PES 2019 | iOS | iTunes App Store, Gratis
OCEANHORN

Oceanhorn: Monster of Uncharted Seas merita senza dubbio un posto all'interno della lista dei giochi mobile più interessanti, anche per via del fatto che il suo sequel sembra ormai essere in dirittura d'arrivo. Il gioco di Cornfox & Bros. richiama molto da vicino lo stile dei classici The Legend of Zelda, anche se in questo caso non abbiamo un visuale a volo d'uccello o in terza persona, bensì una isometrica che ricorda Tactics Ogre o Final Fantasy Tactics.

Oceanhorn è basato sulla rassicurante meccanica del buy to play, quindi bisognerà spendere circa 6 euro per accedere all'esperienza di gioco completa. È possibile giocare gratuitamente il primo capitolo - circa 20 minuti di gameplay - in modo da farsi un'idea delle meccaniche e dello stile grafico del titolo, mentre tutta l'avventura ha una durata stimata attorno alle 10 ore. La colonna sonora è stata curata da due maestri come Nobuo Uematsu e Kenji Ito, ed è possibile percepire la qualità del comparto audio sin dai primi minuti di gioco.

Il gioco riconosce automaticamente il controller GameVice e ci permette di sfruttarlo a pieno rendendo l'esperienza molto simile a quella che si avrebbe su PlayStation 4, Xbox One, PC e Switch, ovvero le altre piattaforme su cui è stato reso disponibile il titolo. Per quanto riguarda la trama ci troviamo davanti ad un copione abbastanza classico: il padre del nostro alter ego ha abbandonato misteriosamente la casa di famiglia per contrastare la minaccia rappresentata dal pericolosissimo Oceanhorn. Sarà nostro compito svelare il mistero dietro alla sua partenza e combattere la creatura, il tutto raccogliendo 4 artefatti magici sparsi per le isole che fanno da base al mondo di gioco.

Il sistema di navigazione navale e la direzione artistica del gioco richiamano molto da vicino The Legend of Zelda: The Wind Waker, anche se non troviamo un cell-shading di pari qualità. In ogni caso il titolo offre un comparto grafico di altissimo livello, con texture in alta definizione, ombre in tempo reale molto dettagliate e molto altro ancora, che è possibile personalizzare in base alle esigenze del nostro dispositivo, andando a modificare il frame rate massimo e il livello di dettaglio.

Oceanhorn presenta un grosso plus rispetto a tutti gli altri titoli citati questo mese, ovvero la possibilità di essere giocato anche in assenza di una connessione dati, fatto che lo rende fruibile anche su un dispositivo solo Wi-Fi (pensiamo ad un tablet) in mobilità o in aereo, in treno in galleria o ovunque vogliate.

  • Oceanhorn | Android | Google Play Store, Gratis (6€ gioco completo)
  • Oceanhorn | iOS | iTunes App Store, 8,99€
BRAWL STARS

Concludiamo con Brawl Stars, l'ultima fatica di SuperCell. Il gioco prova a mischiare alcuni dei trend più in voga del momento per offrire un mix del tutto unico. Brawl Stars è uno sparatutto online con visuale dall'alto e doppi stick virtuali, nel quale il giocatore potrà competere in gare 3v3 all'interno delle modalità Arraffagemme, Rapina, Brawl Ball, Ricercati e altre disponibili a rotazione. Accanto a queste troviamo Sopravvivenza, una sorta di Battle Royale che può essere affrontata in singolo o in duo.

Le due modalità di gioco principali offrono meccaniche totalmente diverse tra loro, al punto che potrebbero essere quasi considerati come titoli a sé stanti. In Arraffagemme i due team combattono per conquistare 10 o più gemme che appariranno al centro della mappa, cercando di mantenerne il controllo sino allo scadere del tempo. Nella modalità Sopravvivenza, invece, lo scopo è quello di sopravvivere sino alla fine (d'altronde il nome doveva suggerircelo), combattendo in un'arena che diventerà sempre più piccola con il passare del tempo. In questo caso i giocatori potranno raccogliere dei potenziamenti per incrementare la propria resistenza e i danni effettuati, in modo da avvantaggiarsi sugli avversari.

Rapina e Brawl Ball vengono sbloccate solo successivamente con l'aumentare dei trofei ottenuti, quindi sarà necessario effettuare (e vincere) molte partite prima che tutti gli elementi di gioco siano disponibili. Si tratta di una scelta interessante che permette di mantenere sempre vivo l'interesse del giocatore, dal momento che inizialmente sarà possibile giocare solo alle modalità base che rappresentano il cuore di Brawl Stars.

Le meccaniche alla base del gioco sono molto semplici per tutte le modalità, tuttavia queste sono rese ancor più interessanti dalla presenza di 22 lottatori caratterizzati da stili di combattimento unici, che possono essere potenziati tramite oggetti ottenuti dalla casse premio. Queste rappresentano il fulcro del sistema di monetizzazione pensato da SuperCell, anche se pure questo titolo non presenta un vero e proprio paywall, tuttavia spendere soldi reali consentirà di accelerare lo sblocco e il potenziamento dei lottatori. A voi la scelta di investire un po' di tempo o di euro per ottenere lo stesso risultato.

Complessivamente Brawl Stars offre un comparto grafico molto curato che non presenta mai un'incertezza o un impuntamento e uno stile cartoonoso che non si discosta dalle altre produzioni della software house e, fortunatamente, non ci è sembrato di assistere al riciclo di asset provenienti dai precedenti titoli. Il gioco è sempre fluido e stabile e non presenta alcuna incertezza neanche nelle fasi più concitate.

In definitiva Brawl Stars si presenta quasi come una raccolta di diversi generi che ha come comune denominatore le meccaniche di ogni combattente. Questo permette al titolo di offrire una modalità di gioco adatta ai diversi gusti di un vasto pubblico, anche se forse potrebbe far risultare il gioco un po' privo di una propria identità nel suo sforzo di voler accontentare tutti.

CONCLUSIONI

Questo mese abbiamo provato ad offrirvi una maggior varietà di generi, spaziando dai tradizionali FPS ai giochi sportivi, senza dimenticare vecchie perle e titoli del momento. Come al solito vi invitiamo a suggerirci quali secondo voi possono essere i migliori giochi che avete avuto modo di provare su smartphone, comunicandoceli qui sotto nei commenti. Appuntamento a febbraio!

VIDEO

Asus ROG Phone è disponibile su a 785 euro.
(aggiornamento del 18 gennaio 2019, ore 09:31)

135

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
InterTripIete

Oceanhorn molto carino. Altro segno evidente di come Nintendo sia l'azienda più importante di questo settore, che ha creato interi generi e stili, e ha ispirato più di ogni altro due barra tre generazioni di sviluppatori e di giocatori in tutto il mondo.

Jon Snow

Non lo so perché gli ho risposto così.

utente

Che c'entra la garanzia sulla batteria con lo schermo??

Jon Snow

No nessuna macchia. Ca22otti ne ha presi ma la spigen si è sempre comportata bene. Solo qualche segnetto sulla cornice

luca bandini

nessuna macchia sullo schermo? sul mio ad ottobre prima è comparsa una riga rosa (spento e riacceso ed era apparentemente scomparsa) ma poi ho visto sul bordo una macchia nera di pixel bruciati e dopo qualche ora tutto il display era diventato verde...
la causa potrebbe essere il fatto che mi era caduto di schermo (da 50cm) due giorni prima ma non so perchè solo dopo 2gg è partito lo schermo e non subito

Jon Snow
Felk

E' un problema frequente... Tiraci avanti finché puoi, dopodiché cambia totalmente telefono (fossi in te eviterei gli amoled).

Jon Snow

Dorco Pio è ricomparsa

Felk

Ricompare sicuro, non appena non fa più contratto.

Jon Snow

ho sostituito il display dopo nemmeno un anno perché si era crepato. 250 €. 50€ a giugno per sostituire la batteria. La prossima volta lo rottamo.

Jon Snow

speriamo non ricompaia sennò tiro giù gli arcangeli

Felk

È normale... È una saldatura sulla circuiteria che trovi sul retro del display. Quando si dissalda, esce quella riga viola. Se premevi sul vetro in alto, vicino alla capsula auricolare, sarebbe dovuta scomparire (per poi ritornare subito dopo).

Baobabrosso

é un problema abbastanza comune, che dipende dalla saldatura della contattiera del display. Se fai una leggera pressione sulla cornice superiore, all'altezza della riga, questa sparisce. Putroppo però, a meno che non lo porti in assistenza, il danno è destinato a peggiorare e la linea diventerà permanente.

Jon Snow

Da mo che è scaduta. E poi dura solo 6 mesi la garanzia per la batteria. Detto questo, non ci posso credere ma è sparita. Non c'è più. Stamattina c'era ancora e da qualche ora è scomparsa. WTF??

Eugenio Casale
alessandro

Ah ok, sì ovvio

ilvendicatoreatomico

Non vorrei violare le regole di moderazione nei commenti. Per scaricare le rom devi possedere i titoli originali. Ti conviene cercare una guida su Google.

Massimo

Sono favorevole ma la qualità della strada?? Non ho voglia di andare a 130 beccarmi buca e fare un incidente
Sinceramente ho paura per la manutenzione stradale se davvero passasse sta legge

Patri

come in tutti i giochi online ormai.. se ha una semplice adsl (70/80ms) non puoi nulla.
dopo aver che ho messo fibra con relativo ping variabile dai 24 ai 30ms è cambiato al giorno alla notte. Soprattutto negli sparatutto.
Prima con BO4 su ps4 erano solo b€stemmie. ora quasi solo gioie

furlo

Grazie.

Thews

Down to Top e Android Tools come canali youtube, pubblicano spesso video con brevi pezzi di gameplay di giochi nuovi, in uscita o in base a delle classifiche di genere, si scoprono diversi titoli interessanti e diversi dalla solita roba commerciale o da classifica Google Play.

alessandro

Qual'e allora lemulatl'em piu bello e funzionante da usare ad oggi? Il DS ? Oppure c'è di meglio?

alessandro

Grande! Quindi drastic? Ma I giochi dove li trovo?

Jon Snow

Compie 3 anni tra 4 mesi

ilvendicatoreatomico

Con il controller Implosion è carino. Per le corse tutti parlano bene di Riptide, ma nn l'ho mai provato. Altrimenti emulatori. Drastic per il nintendo Ds e giochi New Super Mario Bros e Super Mario 64 Ds. Se hai un top di gamma con l'ultimo snapdragon anche Dolphin comincia a funzionare bene e molti titoli wii sono giocabili.

Marco P.

warship battle blitz

Lusio

ARK survival Evolved on Mobile...
Si certo lagga, fà fatica con un top dell'anno scorso, è buggato e non ha storyline... ma è uno spettacolo, in Single Player, PVP PVX o PVE...
Tanta Roba a mio avviso...

Derek Seth

Si più o meno, però è molto carino

Lusio

prova ARK piuttosto che pubg

Albi Veruari

Se ti piace il genere jrpg c'è la saga di Final Fantasy o addirittura Dragon Quest 8 che sono molto longevi.

macosx

Non è per nulla vero, quante volte mi è capitato che la regina o il re facesse giri assurdi nonostante avesse dei bersagli molto più vicini.

Aster

(:

moskyzz0

Miglior joypad per Google pixel 3 ? Quelli che inserisci il cellulare e hai i comandi ai lati . Grazie :)

Sentient6

La serie kingdom rush è un must!

Frankbel

Stavo trollando, sono giochi scriptati.

dicolamiasisi

ok ma il comportamento del personaggio è prevedibile e fissa una volta imparate le regole

macosx

Che è un gioco che segue delle linee dove l'interazione personaggio giocatore non c'è nel senso che avviata un'azione tu non puoi fare nulla per evitarla perché deve andare come dicono i produttori.

dicolamiasisi

che intendi x scriptato?

Mikel

Prendi un iPhone..

Ikaro

modern cocombat 6 magari tra un po' esce modern combat 6 ;)

Eugenio Casale

PUBG Mobile... Ma non usare il controller perché bannano

Eugenio Casale

I giochi che non mancheranno mai sul mio telefono sono PUBG Mobile, Clash Royale ed Asphalt 9... Il resto fa schifo

Felk

Se è ancora in garanzia, mandalo a Zamzung.
Sennò fai prima a cambiare telefono.

Francy Ssr Ssr

Armadillo

Francy Ssr Ssr

Io a casa ho il tuo stesso telefono, tutto bruciato.

MasterBlatter

ma st non è un normale rpg?

Derek Seth

Qualcosa di simile al gioco di Stranger Things?

Jon Snow

Mi è comparsa una linea verticale rosa sul display. Váffangulo Samsung!!! Tu e S7 Edge

Emiliano Frangella

in australia e' uscito CallOfDuty......
arrivera presto anche qui

Emiliano Frangella

quello dalla xbox One s...
i precedenti non funzionano

Recensione Super Smash Bros. Ultimate: è il miglior Smash di sempre | Video

I migliori giochi per smartphone di dicembre | Video #MOBILEGAMING

Red Dead Redemption 2: la nostra recensione. Una vita da fuorilegge

Call of Duty Black Ops 4: la nostra recensione