Nintendo: giochi mobile più economici con acquisti in-app meno invasivi

07 Marzo 2019 8

Nintendo ha intenzione di rendere più economici i suoi giochi mobile, abbassando il costo delle microtransazioni e rendendo gli acquisti in-app meno invasi affinché gli utenti non siano costretti a spendere troppi soldi. Secondo quanto riportato dal The Wall Street Journal, la casa di Kyoto teme infatti di risultare avida agli occhi dei giocatori e avrebbe chiesto ad alcuni dei suoi principali partner di adeguare e rivedere i sistemi di microtransazioni nei vari giochi mobile.

Un dipendente di CyberAgent, società giapponese proprietaria di Cygames (software house di Dragalia Lost) sostiene ad esempio che Nintendo abbia chiesto al team di sviluppo di rivedere il sistema di acquisti in-app, abbassando i costi dei personaggi in modo che gli utenti non fossero obbligati ad investire troppi soldi.

Nintendo non è interessata a ricavare grandi quantità di entrate da un singolo gioco per smartphone. Se avessimo gestito il titolo [riferito a Dragalia Lost] da soli, avremmo realizzato molto di più.

Sino ad ora i titoli mobile della casa di Kyoto sono stati distribuiti come free to play ma, nonostante il metodo di distribuzione gratuito, Nintendo non è ancora riuscita ad ottenere i successi sperati, fatta eccezione per Fire Emblem Heroes che continua a riscuotere un successo notevole.

Miitomo, il suo primo "gioco" uscito su smartphone e tablet nel 2016, ha infatti chiuso i battenti dopo solo due anni. Animal Crossing: Pocket Camp è stato invece criticato per un'eccessiva dipendenza dalle microtransazioni e anche il recente Dragalia Lost sembra essere in difficoltà. Secondo quanto riportato dalla fonte, CyberAgent ha infatti abbassato - per la prima volta in 17 anni - le proiezioni per l'anno fiscale 2019

Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e, in offerta oggi da TeknoZone a 435 euro oppure da Unieuro a 499 euro.

8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
faziodhdb

Fire Emblem Heroes è il miglior game mobile sulla piazza, Nintendo detta legge ovunque, altro che!

Sirius Bau

Se sono gestite bene come in Fire Emblem Heroes non vedo quale sia il problema.
Il problema delle microtransazioni non sono le microtransazioni in sé; ma il problema sorge quando un giocatore si sente "obbligato" a spendere soldi reali per non avere un'esperienza di gioco castrata rispetto a chi paga.
Se questa condizione non c'è e il gioco è godibile pure da un free to player non vedo quale sia il problema se ci sono.

Sirius Bau

Le microtransazioni di Heroes sono assolutamente superflue.
Infatti, con tutte le sfere che si ottengono in game gratis, non si sente nemmeno la necessità di spendere denaro reale in game.
Insomma, non stiamo parlando di un pay to win che obbliga il giocatore a spendere soldi realo per non avere un esperienza di gioco castrata.
Francamente trovo piú una ladrata Mario Run a 10€.
10€ per un gioco che non è nulla di che.

FrancHolic

Se un FE: Heroes (con acquisti in app) ha generato introiti per $230.000.000 ed un Mario Run (acquisto diretto) ne ha generati "solo" 10.000.000, sinceramente ci meritiamo tutti prodotti con infinite microtransazioni.

Richard “Rage” Salvato

Sono d'accordissimo con te, se proprio il mondo gaming deve muoversi verso il mobile, allora dovrebbero fare giochi completi con un prezzo fisso e niente micro transizioni, non il contrario come hanno provato a fare alcuni...

Masterpol

ZERO non ci siamo proprio, a parte il fatto che gaming e mobile sono parole che insieme non si possono sentire. resta il fatto che le microtransazioni sono stato e saranno sempre il male dei videogiochi

SONICCO

Mha, mi sembra un po strana questa dichiarazione contando che loro stessi hanno tentato di rifilare inizialmente un autorunner a 11 euro e che lo stesso fire emblem mobile dispone di microtransazioni fino a 80 euro.
Secondo me, visto il leggero buco nell'acqua hanno dovuto abbassare i costi cercando di apparire come dei messia.

Squak9000

io preferisco giochi più costosi completi o giochi Gratis con eventuali addon (tanto spesso e volentieri mi bastano anche le demo... non ho molta pzienza)

Recensione Pokémon Spada e Scudo: tra Terre Selvagge e gioco competitivo

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione

Nintendo Switch Lite: le nostre prime impressioni | Video Anteprima