PlayStation VR, versione senza fili suggerita da brevetto Sony

18 Marzo 2019 11

PlayStation VR in futuro potrebbe rinunciare ai cablaggi, almeno secondo quanto emerso da un brevetto di Sony depositato in Giappone. L'attuale visore per la Realtà Virtuale utilizzabile esclusivamente su PlayStation 4 ha ottenuto buoni riscontri, presentandosi come una periferica VR capace di garantire una buona esperienza di gioco ad un prezzo più contenuto rispetto ad altre periferiche analoghe. Per utilizzare PlayStation VR però è necessario collegare il visore all'unità processore tramite cavo, una soluzione che non entusiasma in quanto limita, ad esempio, i movimenti dell'utente.



Sony però potrebbe essere al lavoro su un visore VR senza fili che andrebbe di fatto ad eliminare il cavo per il collegamento all'unita processore, proponendo un sistema in grado di trasmettere e ricevere dati costantemente lavorando su frequenze diverse (tra i 5GHz e i 60GHz) in base alla distanza che intercorre tra il visore e l'unità processore, da collegare ovviamente a TV e console (PS4/PS5). Segnaliamo che nel brevetto (Link in Fonte) non si menziona il nome del presunto visore e non sono neppure presenti riferimenti precisi al modello di console.

Il colosso giapponese sembra quindi intenzionato a seguire - anche se in modo diverso - la strada intrapresa da HTC e Oculus: con il Wireless Adaptor infatti i visori VR di casa HTC (Vive e Vive Pro) possono essere utilizzati in "modalità" wireless mentre con il nuovo Oculus Quest si entra nel vivo dell'azione senza la necessità di PC, fili e sensori esterni.

Il miglior display sul mercato e un design fantastico? OnePlus 7 Pro è in offerta oggi su a 628 euro.

11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
faziodhdb

Ma quanto è M E R D A sta psvr...

Luca

Se integrano pure la processor unit nella ps5 fanno tombola.

Coboldo

Escludendo le considerazioni sulla PS5 di cui ignoriamo le capacità, credo anche io che sia più concreto un FHD a 60fps. La differenza, alla fine, la farà anche l'unità di elaborazione.

Coboldo

5 o 6 ore in VR? Sei il primo che sento... Il massimo che abbiamo raggiunto droni 90', ed alla fine eravamo stremati

Coboldo

L'unità esterna è una sola ed è uno switch necessario ad elaborare e divideri i segnali video HDMI tra PS4-TV-PSVR.

Mastino082

secondo me non è un problema avere un cavo che collega il visore ma, attualmente, avere un'infinità di cavi ed unità esterne da collegare al ps, dal brevetto si può intravedere ancora quel box esterno e la webcam

Senzanima

Magari è G G G G G.

Tolemy

Non vedo neanche come farebbero a spostare in modo wireless la quantità di dati necessari per visualizzare anche solo 4k/60fps per occhio senza lag.

matt

era ora arriverà con ps5

Senzanima

Potrebbero usare i pannelli BOE, presentati già lo scorso anno. Tuttavia non credo che PS5 sia in grado di supportare due pannelli 4K ad elevate frequenze. Più probabile FHD per occhio.

Antonio63333

A questo punto è ovvio che nel visore sarà integrata una batteria, sperando che sia abbastanza capace da fornire almeno 5/6 ore di utilizzo. Altra cosa indispensabile è l'aumento di risoluzione del display, l'attuale full HD diviso in due (960x1080 per occhio) è troppo ridotta per fornire un'immagine di qualità sufficiente. L'ideale sarebbe un pannello per ogni occhio da 4k.

Recensione Crash Team Racing: Nitro-Fueled: Potere di Bandicoot!

Recensione Oculus Rift S: la Realtà Virtuale per tutti è arrivata

Google Stadia ufficiale: tutto su prezzi, giochi e data | VIDEO

PS4, Xbox One, Switch e PC: tutti i giochi in uscita a giugno